Lisciva

Stoviglie, pavimenti ed altre superfici

La lisciva (o liscivia) è un preparato alcalino naturale ricavato dalla cenere, molto utilizzato in passato come ottimo detersivo per il bucato, pavimenti e stoviglie. Ha un costo di preparazione praticamente nullo e non ha scadenza.
La lisciva si presenta incolore e può sembrare innocua ma è un detersivo molto potente e per questo va usata diluita in acqua. Può essere usata per pulire e sgrassare efficacemente le stoviglie, come sbiancante per il bucato o per potenziare l'azione pulente del sapone da bucato (è sconsigliata sui tessuti delicati perchè potrebbe nel tempo essere troppo aggressiva), per lavare vetri, pavimenti (diluita) e tutte le superfici in genere tranne marmo e legno che invece ne vengono corrosi. Per quanto riguarda la pulizia può essere sostituita completamente alla varechina (o candeggina), che invece è a base di cloro e per questo molto inquinante e dannosa per la nostra salute.

INGREDIENTI:

- Acqua
- Cenere da legna

CONTENITORI E UTENSILI:

Metodo a caldo:

- Calderone (o grande pentola) in acciaio per la bollitura (non alluminio)
- Pentola d'acciaio o contenitore di plastica per la filtrazione
- Scolapasta
- Setaccio da farina
- Mestolo d'acciaio

Metodo a freddo:

- Secchio o bidone di plastica
- Bastone per agitare
- Mestolo d'acciaio

PROCEDIMENTO:

E' possibile preparare la lisciva sia con metodo a caldo che con il metodo a freddo. Il primo è più rapido ma necessita di più tempo da dedicare durante il procedimento, il secondo invece richiede più tempo per ottenere il preparato ma pochissimo lavoro, inoltre ha il vantaggio di non richiedere gas per la bollitura con ulteriore riduzione dell'impatto ambientale.

METODO A FREDDO:

Setacciare finemente la cenere. Versare acqua e cenere nel secchio di plastica in proporzione 5:1 (5 bicchieri di acqua per ogni bicchiere di cenere) fino a riempirlo quasi completamente. Lasciare per almeno 3 settimane (in estate) o 6 settimane (in inverno) agitando ogni giorno il contenuto, se possibile almeno due volte al giorno. La lisciva diventerà tanto più forte quanto più viene agitata e lasciata "maturare". L'ultimo giorno non agitare lasciando depositare completamente la cenere sul fondo, dopodichè usare il mestolo per prelevare la lisciva (cercando di non smuovere la cenere) e versarla in delle bottiglie di plastica o vetro.

METODO A CALDO:

Setacciare finemente la cenere. Versare acqua e cenere nel calderone in proporzione 5:1 (5 bicchieri di acqua per ogni bicchiere di cenere) fino a riempirlo, ma non completamente. Accendere a fuoco lento e girare spesso fino a bollitura. Coprire con il coperchio e continuare la bollitura per 2-3 ore a fuoco lento girando di tanto in tanto (più dura la bollitura più la lisciva sarà forte). Dopo aver lasciato raffreddare completamente (ci vogliono molte ore) vedrete la cenere condensata nel fondo della pentola, mentre l'acqua sopra sarà la lisciva vera e propria. A questo punto bisogna separare la lisciva dalla cenere vuotandola lentamente in un secondo recipiente facendo attenzione a non agitare troppo per non smuovere la cenere sul fondo. Versare lentamente la lisciva nell'altro contenitore tramite lo scolapasta sul quale è stato posto un panno di cotone fino (preferibilmente bianco), il quale servirà a trattenere le impurità. Lasciar riposare per 1 giorno e se necessario (impurità sul fondo) ripetere l'operazione di travaso nuovamente (senza filtro stavolta). Nel fondo del calderone invece è possibile recuperare la cenere rimasta ed usarla ugualmente come ottimo detersivo per i piatti sia bagnata che secca. Nel caso la si voglia mantenere farla seccare e riporla in un contenitore di plastica. Quando necessario per il lavaggio delle stoviglie staccarne un pezzettino e scioglierla in un bicchiere di acqua calda.

La lisciva può essere mantenuta benissimo in bottiglie di plastica per molto tempo.

CENERE:

Anche la semplice cenere setacciata può essere usata come ottimo detersivo per i piatti aggiungendone una piccola quantità nell'acqua della bacinella. Ha un ottimo potere sgrassante e a differenza dei detersivi commerciali si toglie con un risciacquo velocissimo che permette in più di risparmiare molta acqua.


Condividi su Facebook